Home | News | Sondaggi | Campionato | Forum | Foto | Articoli Storici | Personaggi | Contattaci | Link | Utenti

Login

Nome Utente: Password:
Ricordami
  Registrati
  Home
  News
  Sondaggi
  Campionato
  Forum
Visite totali: 2116148

Utenti online totali: 21

(21 anonimi)



Vai in fondo alla pagina Pagina: 1 Torna alle discussioni

piui70 DANIELE DESSENA  
benvenuto a brescia DANIELE DESSENA
vedrai che anche la terra bresciana sapra' darti soddisfazioni

Daniele Dessena saluta i tifosi del Cagliari. Con una lettera pubblica sul sito del club sardo, il nuovo centrocampista del Brescia ha voluto mandare un messaggio a quelli che sono stati i suoi tifosi per nove delle ultime dieci stagioni. Di seguito il testo integrale.

Cari amici,

Società, dirigenti, compagni di squadra, tifosi e tutti voi che sentite il rossoblù come lo sento io. Scrivo queste righe per salutarvi, per dirvi cosa sia il Cagliari per me e cosa ho provato nell’indossare questa maglia così unica e prestigiosa. La premessa è che non sarà affatto facile, l’emozione è tanta. Comunque io ci proverò… partendo dall’inizio, dal mio arrivo in Sardegna, in quel lontano 2009.

Tutto nasce da lì, da quella squadra, con i vari Lopez, Conti, Agostini, Cossu e Pisano. Che poi definirla squadra è davvero riduttivo… In realtà venni accolto in una famiglia: la coesione si percepiva a pelle, al primo impatto. Tutti uniti, legati da un amore unico verso i colori rossoblù. Con l’obiettivo di difendere Cagliari, cercare di vincere ogni singola partita per portare più in alto il club. Poi non sempre ci si riusciva, ma cuore ed impegno non mancavano mai. Al nostro fianco i nostri tifosi. Sentirli cantare, spingerci ad attaccare per sbloccare o recuperare una partita, soffrire insieme a noi nei momenti di difficoltà, roba che mi faceva venire la pelle d’oca. Ecco, posso dire che a Cagliari ho realmente capito il vero significato del termine “insieme”.

Ci sono stati anche dei momenti difficili e dolorosi. Non potrò mai scordare l’anno della retrocessione, una pugnalata al cuore. Lo ammetto, al pensiero ancora non ci dormo la notte. Quell’anno ho visto le lacrime del mio capitano, il capitano di tutti noi. È stato Daniele, insieme agli altri ragazzi, a tracciare la strada che poi ho cercato di seguire. Sono stati per me un esempio da imitare. A loro devo dire grazie: grazie ragazzi perché con voi sono cresciuto, sono diventato uomo.

Si può cadere, ma l’importante è rialzarsi subito. Ed è quello che fece il Cagliari: l’anno della B ci rimboccammo le maniche pronti a ripartire. Vecchi e nuovi compagni, avevamo una missione. Avevo ereditato da Daniele il ruolo di capitano: la fascia era pesante, mi dava una responsabilità maggiore ma allo stesso tempo mi spingeva a dare ancora qualcosa in più. Una sensazione che non si può spiegare a parole. Bisogna provarla per capire. Essere Capitano del Cagliari voleva dire provare la magia.

Vincevamo ogni partita e mettevamo su un mattoncino dopo l’altro sulla strada del ritorno in A. Poi il mio infortunio… Sapete che vi dico? Nonostante quello che mi era successo, la mia preoccupazione più grande era rivedere il Cagliari in Serie A, il posto dove questa squadra e questa società dovevano stare. Sarò sempre in debito con tutti: compagni, tifosi, società, staff medico. Non potevo giocare, ma mi consideravano importante lo stesso. E così anche grazie a questo sostegno, ho lavorato ogni giorno per poter festeggiare in campo la promozione.

Cagliari-Palermo, che emozione quella sera. Non uno, ma ben due gol! Quella corsa, l’abbraccio della Nord: ero come posseduto, mi sentivo dentro tutta la rabbia e la forza dei tifosi, dei compagni, della mia famiglia e soprattutto di mio figlio che da tempo non mi vedeva in campo. Sì, ero tornato, finalmente.

Da lì altre battaglie, altre corse, tante gioie. E anche sofferenze che abbiamo affrontato nel solito modo: tutti insieme. Come dimenticare quel muro rossoblù al “Franchi”, nella partita di Firenze dove ci giocavamo la salvezza. Era l’ultima chiamata, abbiamo preso il treno in corsa. Tutti insieme. E sette giorni dopo abbiamo festeggiato. Come un blocco unico, una cosa sola.

Penso di poter fare ancora qualcosa di importante, lo farò con entusiasmo e rispetto, dando sempre il massimo come mi avete insegnato voi.

Ora è arrivato il momento di salutarci. Vi abbraccio forte. Il tempo è passato, volato via in un attimo. Non me ne sono quasi accorto. In tutti questi anni sono rimasto sempre lo stesso, un ragazzo diventato uomo, col mio orgoglio, le mie paure, le mie forze.

Un grazie speciale a tutti i compagni di squadra che mi hanno accompagnato in questo percorso. E ancora una volta grazie a tutto il popolo rossoblù: a chi mi ha sostenuto, a chi mi è stato vicino, anche a chi a volte mi ha criticato. Vi porterò tutti con me, nel mio cuore.

Grazie Cagliari. Grazie Sardegna, sei una terra fantastica.
Inviato il 11/01/2019 alle 22:23:12 - Posts totali di piui70: 9352RispondiRispondi
Humbertus DANIELE DESSENA  
Eh! Che dire? Questo è un uomo vero!
Inviato il 12/01/2019 alle 11:19:18 - Posts totali di Humbertus: 319RispondiRispondi
massi DANIELE DESSENA  
Eh sì eh...
Un leader vero. Una figura di cui avevamo bisogno 💪🏻
Inviato il 12/01/2019 alle 13:51:31 - Posts totali di massi: 2906RispondiRispondi
Humbertus DANIELE DESSENA  
Dessena probabilmente esordirà già a Perugia, stante i problemi a Ndoj. Vedremo subito di che pasta è fatto augurandoci anche che sia determinante per una convincente vittoria del Brescia.
Inviato il 13/01/2019 alle 08:27:31 - Posts totali di Humbertus: 319RispondiRispondi
Humbertus DANIELE DESSENA  
@ massi. Il Brescia ha bisogno, aldilà di Corini e Lanna che hanno grinta da vendere, di qualche leader in campo che ci manca dai tempi di Domini e De Paola.
Inviato il 13/01/2019 alle 14:35:43 - Posts totali di Humbertus: 319RispondiRispondi
Humbertus DANIELE DESSENA  
Ho sentito l'intervista ... ottima impressione, sarà sicuramente un trascinatore.
Inviato il 16/01/2019 alle 20:00:38 - Posts totali di Humbertus: 319RispondiRispondi
Lupobianco DANIELE DESSENA  
Concordo con Humbertus e gli amici che hanno scritto prima di me , DEssena mi ha fatto un'ottima impressione , si vede che è un uomo spogliato , abituato a trascinare i compagni.
Inviato il 16/01/2019 alle 20:46:52 - Posts totali di Lupobianco: 30RispondiRispondi
admin DANIELE DESSENA  
sentita l'intervista, abbastanza banale, però trasuda voglia
Sicuramente gioca meglio di come parla
Inviato il 16/01/2019 alle 22:14:24 - Posts totali di admin: 693RispondiRispondi
mic DANIELE DESSENA  
Forza Desse!
dovrebbe giocare subito al posto di ndoj
sono fiducioso
Inviato il 17/01/2019 alle 16:22:23 - Posts totali di mic : 1145RispondiRispondi
Humbertus DANIELE DESSENA  
Bell'esordio da rondinella per Daniele Dessena ... e ha rischiato di bagnarlo col gol già all'inizio. Gran merito del vantaggio di Torregrossa è anche suo, oltre che di Bisoli, perché ha aggredito lo spazio e si è fatto trovare al posto giusto per l'inzuccata. Bravo Daniele!
Inviato il 20/01/2019 alle 09:50:41 - Posts totali di Humbertus: 319RispondiRispondi
connatic DANIELE DESSENA  
Vado controcorrente,a me Ndoj e’ mancato.
Mi sono mancati i contrasti,le palle recuperate ,gli inserimenti,sopratutto nel secondo tempo.
Ora che poi aveva iniziato a segnare ancor di piu per rendere una squdra gia perfetta ,perfettissima
Vediamo se Dessena riuscira a mantenere il dinamismo estremo che richiede il nostro gioco
Inviato il 20/01/2019 alle 13:59:01 - Posts totali di connatic: 2383RispondiRispondi
Lupobianco DANIELE DESSENA  
Questo è un gruppo molto unito che saprà gestire l'ingresso di Dessena che a mio avviso sarà il jolly che darà respiro ai tre titolari di centrocampo.
A mio avviso due segnali della forza della unità di intenti di questo gruppo sono:
1-l'accettazione del capitano Gastaldello di diventare riserva di Cistana senza fare storie .
2- La gestione tra di loro dell'incidente di Spalek e Mateju senza che ne sia uscita alcuna nota polemica o stonata.
Inviato il 20/01/2019 alle 14:27:46 - Posts totali di Lupobianco: 30RispondiRispondi
piui70 DANIELE DESSENA  
diciamo che dessena non ha fatto sentire troppo la mancanza.considerando che era,la sua prima partita e non conosceva i suoi compagni,si e' destreggiato bene.deve trovare anche il ritmo partita visto che a cagliari non giocava
Inviato il 20/01/2019 alle 17:06:10 - Posts totali di piui70: 9352RispondiRispondi
admin DANIELE DESSENA  
Meglio avere problemi di abbondanza
Chi ha un centrocampo così in serie B ?
Tonali, Dessena, Ndoj, Bisoli
E due esterni che rendono per quantità e qualità
Inviato il 20/01/2019 alle 21:15:55 - Posts totali di admin: 693RispondiRispondi


Torna su Pagina: 1 Torna alle discussioni